ordinanza acqua potabile
27 Giugno 2022

Ordinanza sindacale. Divieto di prelievo di acqua potabile per uso non domestico

Con l’ordinanza n. 89 del 25/06/2022, il sindaco di Crevalcore Marco Martelli regolamenta il consumo di acqua potabile per usi extradomestici, disciplinandone l'utilizzo fino al 21 settembre 2022, dalle ore 8 alle ore 21.

Il provvedimento è motivato dalla grande siccità che si registra nel territorio emiliano-romagnolo: la gravissima crisi idrica, che sta determinando soprattutto per l'agricoltura un'emergenza di notevoli dimensioni ha fatto scattare l'allarme a livello regionale, con una cabina di regia dedicata alla scarsità delle risorse idriche e alle misure di salvaguardia dell’ambiente e del territorio.

L'ordinanza è tesa ad evitare sprechi, educare al corretto uso delle risorse naturali, intensificare l'utilizzo ottimale delle risorse idriche. Il provvedimento prevede l’eccezione per i servizi di igiene pubblica urbana, la cui assenza potrebbe pregiudicare la qualità della pulizia cittadina.

Le regole dell'ordinanza 
Divieto di prelievo dalla rete idrica di acqua potabile per uso extra-domestico ed in particolare per l’innaffiamento di orti e giardini e il lavaggio automezzi dal 21 giugno al 21 settembre tra le ore 8 e le ore 21. Qualora l’innaffiamento avvenga con impianti automatici, dovranno essere utilizzati in modo da evitare sprechi d’acqua.

I prelievi di acqua dalla rete idrica sono consentiti esclusivamente per gli usi domestici, zootecnici e per tutte le altre attività regolarmente autorizzate per le quali necessiti l’uso di acqua potabile.

Eccezioni e deroghe
Sono esclusi dall'ordinanza i servizi pubblici di igiene urbana.
Il riempimento delle piscine, sia pubbliche che private, così come il rinnovo, anche parziale, dell’acqua è consentito esclusivamente previo accordo con il personale del gestore della rete di acquedotto

In allegato l’ordinanza integrale

Allegati
Titolo Estensione Dimensione Download link
Ordinanza n. 89 del 25/06/2022 pdf 107.29 KB Scarica