bannerone.jpg
15 Dicembre 2020

Dare per Fare. Nessuno resti scoperto

 

Dare per Fare. Nessuno resti scoperto” è l’ambizioso slogan che accompagna la nascita del Fondo sociale di comunità, un nuovo strumento di welfare metropolitano che raccoglie risorse, beni, progetti, idee per rispondere ai bisogni economici e sociali delle persone, dovuti principalmente all’emergenza Covid. Il progetto è promosso da Città metropolitana, in collaborazione con il Comune di Bologna e le Unioni e i Comuni dell’area metropolitana, insieme a imprese, associazionismo e sindacati.

Per avviare e promuovere le azioni del Fondo la Città metropolitana ha messo a disposizione 560.000 euro per acquistare dispositivi digitali e connessioni; il Comune di Bologna 2.000.000 di euro per lo sviluppo e il rafforzamento dell’azione metropolitana di inserimento lavorativo e sostegno al reddito. Si aggiunge circa 1.000.000 di euro che Unioni e Comuni dell’area metropolitana programmano congiuntamente nell’ambito del Fondo per rafforzare azioni di sostegno al reddito.
Le risorse raccolte saranno distribuite attraverso il sistema dei Servizi sociali, educativi e per il lavoro, sviluppando un forte coordinamento e una messa a sistema delle attività promosse dai diversi soggetti pubblici e privati.

Oltre all’erogazione di risorse economiche e alla distribuzione di beni di prima necessità e dispositivi digitali verranno promossi progetti innovativi nell’area del lavoro e dell’abitare, che rappresentano i principali nodi critici ai quali è più complesso dare risposte.

Per promuovere il progetto e coinvolgere la comunità metropolitana e i possibili donatori è stato creato il sito web:  dareperfare.it

Le risorse raccolte saranno distribuite attraverso i Servizi sociali, educativi e per il lavoro

La Città metropolitana ha aperto un conto corrente dedicato al Fondo sociale di comunità esente da spese e commissioni
IBAN IT35 U030 6902 4771 0000 0300 274
È possibile specificare la destinazione della donazione inserendo alla fine della causale il codice:
01 > per sostenere le attività di mense, empori e servizi per la distribuzione di beni alimentari di prima necessità
02 > per sostenere l’acquisto di dispositivi digitali e connessioni per il sistema dei servizi sociali, educativi e per l’istruzione
03 > per sostenere coprogettazioni innovative e sperimentali per il lavoro
04 > per sostenere le famiglie a un dignitoso abitare.