inizio_scuola
10 Settembre 2021

Gli auguri dell’assessora alla scuola Rossella Picchioni per il nuovo anno scolastico

Alle famiglie, ai ragazzi e alle ragazze, alle bambine e ai bambini, agli operatori della scuola

C'è tanta attesa per l'inizio della scuola, e ormai ci siamo. I bambini più piccoli hanno già incominciato il loro percorso educativo nelle piccole comunità dei nidi presenti nel nostro territorio, e lunedì anche le scuole finalmente ritorneranno a popolarsi di bambini e bambine, ragazzi e ragazze, insieme ai loro insegnanti, al personale scolastico ata, agli educatori.

Anche quest'anno incomincia con diverse incognite legate ad una situazione sanitaria in evoluzione e ancora non risolta. Cosa dovremo affrontare? E' la domanda ricorrente e carica di apprensione. Il lavoro importante che è stato fatto la scorsa estate per la ripartenza in sicurezza – strutturale e organizzativo – è la base di partenza alla quale si aggiunge questa volta la possibilità di accedere alla vaccinazione. E' una novità importante che ci fa sperare che tutti gli alunni possano andare a scuola, in presenza, per tutto l'anno scolastico.

A questo riguardo si fatica ad osservare come intorno alla abbondanza che ci è riservata, di risorse e di strumenti di possibile difesa della salute, si possano generare tante tensioni come quelle che quotidianamente viviamo e leggiamo nei giornali, e come anche il mondo della scuola ne sia toccato.

Sullo sfondo di questi dibattiti restano le migliaia di persone che vivono in paesi poveri e che non hanno la benché minima possibilità di scelta tra fare o non fare il vaccino, perchè semplicemente per loro non c'è. In simili situazioni ci sono poi intere popolazioni che si trovano a subire la guerra, l'occupazione, la violenza, la negazione dei diritti fondamentali, gli effetti del cambiamento climatico senza avervi concorso.

La riapertura della scuola quindi è davvero un fatto di grande speranza per tutti noi e ne sentiamo l'urgenza.

Abbiamo bisogno della scuola, per i nostri bambini e ragazzi, perché possano crescere insieme, e contribuire così a progettare un mondo sempre migliore, e per la nostra intera comunità, per uscire da ogni forma di individualismo che ci impedisce di alzare lo sguardo e progredire assieme.

Buon inizio della scuola!

Rossella Picchioni