ICP - Imposta comunale sulla pubblicità

L’imposta comunale sulla pubblicità deve essere pagata dalla persona fisica o giuridica che dispone a qualsiasi titolo del mezzo attraverso il quale il messaggio pubblicitario è diffuso e da coloro nel cui interesse la pubblicità è esposta.

 

APPLICAZIONE DELL’IMPOSTA

L’imposta sulla pubblicità si applica a tutte le forme pubblicitarie, visive e acustiche, effettuate nell’ambito del territorio comunale in luoghi pubblici o aperti al pubblico o comunque da tali luoghi percepibili (insegne, targhe, cartelli, fregi, marchi, striscioni, volantinaggio, pubblicità con aeromobili, proiezioni video, pubblicità sonora, ecc.).

L'imposta non è dovuta per le INSEGNE DI ESERCIZIO di attività commerciali e di produzione di beni o servizi che contraddistinguono la sede ove si svolge l'attività cui si riferiscono, di superficie complessiva fino a cinque metri quadrati.(Legge Finanziaria per il 2002).

L’imposta è annuale e viene quantificata in base alla tipologia del mezzo pubblicitario e alla superficie della minima figura piana geometrica in cui è circoscritto indipendentemente dal numero di messaggi in esso contenuti, applicando le tariffe annualmente determinate dai competenti organi comunali.

Se l’esposizione pubblicitaria è inferiore all’anno si considera temporanea, occorre presentare la dichiarazione recante il periodo di esposizione e per il pagamento si applica una tariffa pari ad un decimo di quella prevista per i primi tre mesi e, per il periodo successivo, si applica la tariffa annuale. (art. 12 comma 2 D.lgs.507/93).

 

DICHIARAZIONE

A seguito rilascio autorizzazione da parte dell’Ufficio Tecnico comunale per esposizione e/o installazione di un mezzo pubblicitario, occorre presentare, all’Ufficio Tributi, apposita dichiarazione contenente la natura, l’ubicazione, le dimensioni e il periodo di esposizione del mezzo al pubblico, le generalità dei soggetti obbligati al pagamento del tributo e la firma del dichiarante.

 

CESSAZIONE

In caso di cessazione delle esposizioni pubblicitarie, il contribuente dovrà presentare apposita dichiarazione entro e non oltre il 31 gennaio dell’anno successivo alla rimozione dei mezzi.

 

VERSAMENTO IMPOSTA

Il pagamento dell’imposta avviene mediante invio al contribuente da parte del Comune di apposito avviso di pagamento dal quale risulta il numero e la superficie dei mezzi esposti e l’ubicazione degli stessi nonché la tariffa applicata e l’ammontare dell’imposta dovuta.

Detto avviso è pagabile in un’unica soluzione o in base alle rate stabilite, mediante l'utilizzo delle deleghe F24 precompilate e allegate all'avviso stesso.

In caso di mancato pagamento è previsto l’invio di un sollecito/accertamento mediante raccomandata A/R a seguito del quale, se il pagamento non viene comunque effettuato, si procederà con il recupero coattivo senza ulteriori avvisi.

 

NORMATIVA:

- Decreto Legislativo n. 507/93 e succ. modif.;

- Regolamento Comunale vigente – ultima modifica Delibera C.C. n. 11/2002

- Delibera aliquote e detrazioni adottata annualmente entro i termini di approvazione del Bilancio di previsione

 

MODULISTICA:

- Dichiarazione pubblicità permanente

Modello per richiesta cessazione/cancellazione Pubblicità

- Richiesta di rimborso tributi comunali e modalità di accredito