Assegno di cura e di sostegno in favore dei cittadini disabili adulti

Descrizione del procedimento:
L'Azienda USL del territorio, al fine di potenziare le opportunità di permanenza nel proprio contesto di vita di cittadini adulti in condizioni di grave disabilità, nell'ambito di progetti assistenziali personalizzati, eroga un contributo economico, denominato assegno di cura e di sostegno, valorizzato su base giornaliera e correlato all'entità dell'impegno assistenziale.

L'assegno di cura e di sostegno, alternativo al ricovero in strutture residenziali, si integra nella rete dei servizi disponibili sul territorio. L'erogazione del beneficio economico deve essere collocata nella prospettiva del riconoscimento, in favore delle famiglie o di altri addetti all'assistenza, del lavoro di cura e dell'impegno per la realizzazione di attività socio-sanitarie necessarie per mantenere al domIcilio persone che necessitano di assistenza permanente, continuativa e globale sia nella sfera individuale che in quella relazionale.

Il cittadino, attraverso l’Ufficio relazioni con il pubblico, presenta la propria segnalazione di bisogno  al Comune di effettivo domicilio, utilizzando la scheda predisposta  nel Regolamento per l'erogazione dell'assegno di cura e sostegno in favore di cittadini disabili.

Il Comune inoltrerà, utilizzando la rete telematica Garsia, la domanda di accesso alla Unità Operativa Handicap adulto del Distretto di riferimento. L'Unità Handicap adulto, all'atto del colloquio, gestisce la fase della presa in carico della situazione e di informazione sulle possibilità assistenziali e sui servizi attivi a livello territoriale attraverso gli operatori sociali.

Si può presentare domanda per tutto il  periodo dell'anno, non esiste una scadenza definita.

L'Assegno di cura e di sostegno viene erogato, previa definizione di un progetto di assistenza personalizzato predisposto dall'èquipe multiprofessionale distrettuale denominata C.V.M. (Commissione di Valutazione Multidimensionale) in presenza dell'impegno alla realizzazione delle attività individuate nel contratto per l'assistenza al domicilio di cittadino in condizioni di grave disabilità.

L'entità del contributo economico da prevedersi a favore dei soggetti indicati è in relazione alla gravità della condizione  di non autosufficienza, alle sue necessità assistenziali ed alle attività socio-assistenziali a rilievo sanitario che i soggetti firmatari del contratto si impegnano a garantire.

La durata del contratto per l'erogazione dell'assegno di cura e sostegno è in relazione alla peculiarità della situazione esaminata ed alla durata del programma personalizzato predisposto, rinnovabile secondo i criteri del Regolamento, ma che non dovrà essere inferiore a sei mesi.


Requisiti del richiedente

L'Assegno di cura e di sostegno viene erogato in favore dei sottoindicati soggetti che si impegnano a svolgere tutte le attività contenute nel programma personalizzato :

a) il cittadino in situazione di grave disabilità ma autonomo che, pur non essendo capace di svolgere da solo le normali attività quotidiane, è in grado di auto determinare la propria esistenza e di costruire un proprio progetto di vita;

b) la famiglia del disabile in situazione di gravità che, qualora il proprio congiunto non sia in grado di compiere scelte autonome o di esprimere il proprio volere in tal senso, si rende disponibile a mantenere/accogliere il proprio congiunto nell'ambito del proprio contesto;

c) una famiglia diversa da quella d'origine che, qualora il disabile in situazione di gravità e per il quale ricorrano le condizioni di cui al punto b) sia rimasto solo, è disponibile ad accoglierlo nel proprio contesto,

d) altri soggetti che, pur non appartenenti al nucleo famigliare d'origine del disabile per il quale ricorrano le condizioni di cui al precedente punto b)  che avendo consolidati e verificabili rapporti di assistenza con la persona disabile si rendono disponibili alla convivenza presso il domicilio del disabile, ovvero ad ospitarlo presso il proprio domicilio, ovvero a garantirgli una presenza in relazione alle sue necessità come definite nel programma assistenziale personalizzato.

Per l'accesso alla prestazione economica si fa riferimento al reddito calcolato secondo il D. Lgs.109/1998 (ISEE) che non dovrà essere superiore a 34.000,00 Euro annui. Tale soglia di reddito è valida sino alla emanazione, da parte della Regione Emilia Romagna, di provvedimenti di modifica o integrazione della medesima. La somma erogata a titolo di assegno di cura e di sostegno non concorrerà alla determinazione del reddito complessivo del nucleo famigliare


Documentazione da presentare

Qualora il cittadino abbia espresso l'opzione di erogazione dell' assegno di cura e sostegno fra la rete dei servizi per disabili presente sul territorio, dovrà essere acquisita , in via preventiva:

a) la certificazione prevista dalla L. 104/92 attestante la situazione di gravità dell'handicap;

b) la certificazione ISEE attestante i redditi posseduti dal nucleo famigliare del soggetto beneficiario.


Referenti:
Assistente Sociale Cremonini Luca
luca.cremonini@comune.crevalcore.bo.it
Tel: 051/988455 Fax: 051/980938
Malagoli Donata
donata.malagoli@comune.crevalcore.bo.it
Tel: 051/988446 Fax: 051/980938
Nepoti Marco
marco.nepoti@comune.crevalcore.bo.it
Tel: 051/988434