Norme e Piano per la ricostruzione, Unità Minime di Intervento

Con la Legge Regionale 21 dicembre 2012, n. 16  e successive modifiche sono state emanate le norme che regolano la ricostruzione nei territori colpiti dal Sisma 2012. La Legge riguarda esclusivamente gli interventi da attuarsi a seguito dei danni provocati dal sisma.

Per i centri storici e nei nuclei storici non urbani l’attività di ricostruzione dovrà essere finalizzata, quanto più possibile, alla conservazione dei tessuti edilizi preesistenti al sisma e degli elementi architettonici principali che caratterizzavano gli edifici, con il miglioramento delle loro prestazioni sismiche ed energetiche.

Per il territorio rurale la ricostruzione dovrà mirare alla riduzione della dispersione insediativa, ammettendo l’accorpamento degli edifici produttivi rurali sparsi facenti parte di un’unica azienda agricola e la delocalizzazione nel territorio urbanizzato dei fabbricati non più funzionali all’attività agricola. Sarà inoltre possibile modificare la sagoma degli edifici non sottoposti a tutela, e ridurne la volumetria.

Ai fini della Ricostruzione, il Comune:
- ha individuato le Unità Minime di Intervento (UMI): edifici o unità strutturali che dovranno presentare un progetto unitario per la riparazione e la ricostruzione del complesso edilizio. Per gli edifici così individuati verranno le speciali disposizioni di cui alla L.R. 16/2012.
- ha dato avvio alla definizione di un nuovo strumento urbanistico di natura operativa, il Piano della Ricostruzione.

Unità Minime di Intervento (UMI) 

Con Deliberazione di C.C. n. 51/2013 (consultabile integralmente in Archivio Atti dell'Albo Pretorio On-line) pubblicata in data 26/06/2013 sono state individuate Unità Minime di Intervento (UMI) valutate riguardo all'intero territorio crevalcorese. La perimetrazione riguarda solamente gli edifici per i quali necessariamente gli interventi dovranno essere predisposti in modo unitario.


Con Deliberazione di C.C. n. 10/2016 (consultabile integralmente in Archivio Atti dell'Albo pretorio On-line) in data 29 febbraio 2016 si è provveduto ad integrare la perimetrazione UMI (UMI SB-01) a seguito di istanza di privati.

I proprietari degli edifici facenti parte delle UMI, così come individuate dalla rispettiva Delibera Comunale, devono deliberare l'esecuzione unitaria degli interventi e presentare il relativo progetto. Il progetto unitario deve essere presentato anche nel caso in cui non si intenda accedere a contributi per la ricostruzione.

In caso di più edifici contigui con esito E (interventi aggregati) è possibile intervenire con un unico progetto ed in un'unica fase. Tale modalità di intervento dà accesso ad un incremento del contributo pari al 10%. Potranno essere inseriti in tale progettazione unitaria anche edifici con esito B o C presenti nell'aggregato, per i quali si potranno prevedere interventi di miglioramento fino al 60% di quello stabilito per le nuove costruzioni; per essi è concesso il contributo minimo previsto per il livello operativo E0 ma non applica l'incremento del 10% (Ord n. 86 e smi, art. 3, comma 11 e Ord. n. 11/2014, art. 4).

Il termine per la presentazione delle istanze per accedere ai contributi della ricostruzione per le UMI è il 30 aprile 2016, prorogato al 31 dicembre 2016 qualora ricorrano i casi di cui all'Ord. 14/2016. Il contributo è pari al 100% del contributo spettante per la riparazione, il miglioramento o adeguamento sismico, demolizione e ricostruzione, finiture connesse agli interventi e sulle parti comuni, anche per edifici costituiti esclusivamente da unità immobiliari non destinate ad abitazione principale o ad attività produttive in esercizio, purché la UMI comprenda anche altri edifici ove sono presenti residenza o attività principali (Ordinanza Commissariale n. 11/2014).

Per i fabbricati per i quali sia stata definita la UMI, l'attuazione degli interventi è ammessa secondo le specifiche dettate dall'inserimento in detta perimetrazione.

Per i fabbricati per i quali NON sia stata definita la UMI, l'attuazione degli interventi e la presentazione delle istanze di contributo ai fini di ripristino e delle ricostruzioni continuano ad essere ammessi senza le ulteriori specifiche dettate dall'inserimento in detta perimetrazione. Per tali edifici è possibile presentare istanza per concessione del contributo di costruzione in relazione all'esito di agibilità.

Per gli edifici condominiali danneggiati:

  • presenti nell'intero territorio comunale
  • non facenti già parte di UMI e
  • per i quali non siano già stati avviati interventi di recupero con le modalità descritte nelle ordinanze commissariali

valgono le stesse scadenze descritte per le UMI per la presentazione dei progetti di ripristino, ma l'istanza per la concessione del contributo di ricostruzione dovrà essere presentata entro i termini fissati dalle Ordinanze Commissariali in relazione all'esito di agibilità. Per essi si applicano le disposizioni dell'Ordinanza Commissariale n. 119/2013 e 131/2013.

Piano della ricostruzione - 1° Stralcio (PdR_1)

Con Delibera di Consiglio Comunale n. 22 del 22/05/2014(consultabile integralmente in Archivio Atti dell'Albo Pretorio on line) pubblicata in data 18/06/2014 è stato approvato il Primo Stralcio del Piano della Ricostruzione, ante la revisione della disciplina di tutela attribuita dal PSC agli edifici di interesse storico-architettonico e la modifica alla norma di RUE e di PSC per gli interventi di recupero e ricostruzione post-sisma.

Elaborati costituenti il Piano della Ricostruzione - 1° Stralcio

  1. PdR1_NORME_approvazione
  2. PdR1_PSC_Ca_approvazione
  3. PdR1_PSC_Cb_approvazione
  4. PdR1_PSC_NTA_approvazione
  5. PdR1_PSC_T1a_approvazione
  6. PdR1_PSC_T1b_approvazione
  7. PdR1_PSC_T2a_approvazione
  8. PdR1_PSC_T2b_approvazione
  9. PdR1_PSC_T2c_approvazione
  10. PdR1_PSC_T2d_approvazione
  11. PdR1_PSC_T2e_approvazione
  12. PdR1_PSC_T2f_approvazione
  13. PdR1_PSC_T2g_approvazione
  14. PdR1_PSC_T2h_approvazione
  15. PdR1_PSC_T2i_approvazione
  16. PdR1_QC_RELAZIONE_approvazione
  17. PdR1_QC_Ta_approvazione
  18. PdR1_QC_Tb_approvazione
  19. PdR1_RELAZIONE_approvazione
  20. PdR1_RUE_RUE_approvazione
  21. PdR1_RUE_Ta_approvazione
  22. PdR1_RUE_Tb_approvazione
  23. PdR1_RUE_Tc_approvazione
  24. PdR1_RUE_Td_approvazione
  25. PdR1_RUE_Te_approvazione
  26. PdR1_RUE_Tf_approvazione
  27. PdR1_RUE_Tg_approvazione
  28. PdR1_RUE_Th_approvazione
  29. PdR1_RUE_Ti_approvazione
  30. PdR1_SCHEDE_R_approvazione
  31. PdR1_T1a_approvazione
  32. PdR1_T1b_approvazione
  33. PdR1_VALSAT_approvazione

 

Il termine per la presentazione delle istanze per accedere ai contributi della ricostruzione per gli edifici per i quali l'intervento è subordinato all'approvazione del Piano della Ricostruzione è fissato al 30 Aprile 2016, prorogato al 31 Dicembre 2016 qualora ricorrano i casi descritti dall'Ord. 14/2016.

Piano della ricostruzione - 2° Stralcio (PdR_2)

Con Delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 14/05/2015(consultabile integralmente in Archivio Atti dell'Albo Pretorio on line) è stato approvato il Secondo Stralcio del Piano della Ricostruzione, riguardante gli interventi di  ricostruzione e delocalizzazione post-sisma e  altre modifiche al PSC e RUE.

Le osservazioni pervenute sono state valutate  dall'Amministrazione, dal CUR (Comitato Unitario Regionale per la Ricostruzione) ed infine dal Consiglio Comunale. Gli esiti sono resi noti con apposito documento di controdeduzione allegato alla Delibera di Consiglio (pubblicata all'Albo Pretorio).

A seguire il link a:

Elaborati costituenti il Piano della Ricostruzione - 2° Stralcio

 
Piano della ricostruzione - 2° Stralcio (PdR_2) - Variante
Con Delibera di Consiglio Comunale n. 49 del 28/09/2017(consultabile integralmente in Archivio Atti dell'Albo Pretorio on line) è stata adottata la Variante al Secondo Stralcio del Piano della Ricostruzione, riguardante il completamento degli interventi di  ricostruzione e delocalizzazione post-sisma.
 
Eventuali OSSERVAZIONI potranno essere presentate in duplice copia entro il 09 Febbraio 2018 specificando il seguente oggetto: "Osservazioni alla Varante al Piano della Ricostruzione adottata con Del. C.C. n. 49/2017".
 
A seguire il link a:

Piano Organico

Con Delibera di Consiglio Comunale n. 80 del 18/12/2014  (consultabile integralmente in Archivio Atti dell'Albo Pretorio on line) sono stati approvati i contenuti del Piano Organico, relativo al Programma d’Area "Rigenerazione e rivitalizzazione dei centri storici colpiti dal sisma”.

Elaborati costituenti il Piano Organico