Tasti di accesso rapido:; Alt + 1 Menu principale; Alt + 2 Barra di navigazione; Alt + 3 Contenuto pagina selezionata; Alt + 4 MenteLocale; Alt + 5 Guida ai servizi; Alt + 6 Focus; Alt + 7 Login e registrazione utente; Alt + 8 Ricerche; Alt + 9 Dati fiscali dell'ente;
Accessibilità: Normale Cambia in: Caratteri grandi Alto Contrasto 
sei nella sezione dei contenuti

SPAZI CULTURALI - FOYER DEL TEATRO COMUNALE 

Immagine Spazi Culturali - Foyer del Teatro Comunale Spazi Culturali - Foyer del Teatro Comunale

 

  PARTICOLARE_FOYER.JPG

Le vicende storiche del foyer sono strettamente intrecciate con la vita sociale e politica di Crevalcore. Prima ancora che luogo di spettacolo o collegato allo spettacolo, il ridotto è stato la seconda piazza di Crevalcore. In centoventi anni di vita il foyer è stato ora il salotto buono per i maggiorenti del paese ora la sede di infuocate discussioni per le forze politiche popolari: luogo comunque sempre determinante per i destini civili di Crevalcore. 
I locali ospitarono, dai primi anni fino al 1907, la sede del Club dei Ranocchi, circolo ricreativo dalla buona società che ebbe tra l'altro tra i suoi ospiti, il 7 maggio 1899, Giosuè Carducci in visita a Crevalcore.
Negli anni in cui l'amministrazione fu sotto la guida di sindaci socialisti il teatro e i suoi locali furono aperti per la prima volta a numerose iniziative politiche che destarono polemica e discussione tra la cittadinanza e tra i maggiorenti, proprietari dei palchetti del teatro.
Il ventennio fascista ristabilì antichi privilegi e il ridotto accolse la sede del Circolo Marcello Malpighi. La seconda guerra mondiale vide il teatro e i locali annessi trasformati prima in ospedale da campo, poi in ricovero per gli sfollati. I danni provocati dalla guerra non fermarono la ripresa delle attività teatrali e politiche dal momento che il foyer ospitò, fino al suo scioglimento nel 1949, il Fronte della Gioventù e dal 1954, dopo l'esproprio della casa del Popolo da parte dello stato, il Partito Comunista Italiano.
Il 1967 vide l'Amministrazione Comunale di Crevalcore riacquisire i locali ad un uso pubblico trasferendovi la Biblioteca Comunale. Per trent'anni le sale del foyer hanno accolto studenti, studiosi e lettori, fino all'incendio del 1997. Nel 2004, terminati il restauro dei locali e delle decorazioni di Gaetano Lodi,  l'Amministrazione Comunale ha restituito il foyer alla cittadinanza.


Indirizzo:

Temporaneamente inagibile causa sisma

Via Matteotti, 102
40014 Crevalcore (BO)

Indirizzo per informazioni:
c/o Area dei Servizi Culturali Paolo Borsellino

Via Caduti di via Fani, 302
40014 Crevalcore (BO)
Telefono:  051 988558

Email: prosa@comune.crevalcore.bo.it



Stemma Comune di Crevalcore, via G. Matteotti 191, 40014 Crevalcore BO - Tel: 051 988311 - Fax: 051 980938 - cod. fisc:00316400373 - P.I. 00502381205
Sito: www.comune.crevalcore.bo.it - Indirizzo di posta certificata: comune.crevalcore@cert.provincia.bo.it - Codice Identificativo: A00CREVA
Stemma
Amministrazione trasparente Privacy Note legali Elenco siti tematici